Lettera mancati pagamenti per il film “La regola d’oro” di PUPKIN Prod

Pubblichiamo un comunicato congiunto dei sindacati ed invitiamo i nostri associati ad informarci quando non venga rispettato il nostro ccnl

Siamo costretti a rappresentare alle istituzioni in indirizzo quanto segue:

a seguito dei mancati pagamenti di cui all’oggetto, la SLC-CGIL si è presentata sul set in data 15 febbraio u.s. con un comunicato di sciopero per la troupe. A fronte delle promesse di pagamento della società, lavoratori e sindacato hanno interrotto l’agitazione e consentito l’ultimazione delle riprese.

Nonostante tale accaduto, la società in oggetto, oltre a non aver dato seguito agli impegni presi, ha inoltrato dei bonifici verso la maggioranza dei lavoratori di importi normalmente ridicoli, che non soddisfacevano l’ammontare del dovuto, ovvero con importi definitivi e risolutivi nei confronti di pochi lavoratori, in base a criteri sconosciuti, con l’obiettivo di ridurre la tenuta del fronte sindacale. Tale situazione permane a tutt’oggi, nonostante diverse sollecitazioni.

I lavoratori, intanto, devono anche assistere all’avvio delle riprese del film “Guida romantica a posti perduti” di Giorgia Farina, prodotto dagli stessi soggetti della società Pupkin, con altra società di nome Oplon Film srl.

È intollerabile che società di produzione che usufruiscono di fondi pubblici non riescano a far fronte ai pagamenti dovuti a tecnici e maestranze, compiendo una grave inadempienza contrattuale e spostando completamente su di loro il rischio d’impresa, e continuino a produrre sotto altro nome come se niente fosse. Una condotta che chiediamo sia reprensibile e, appellandoci a quanto previsto dall’art 5 co 2 del DPCM 11.7.2017, dall’art.1 co.1 del DM 303 del 14.7.2017, chiediamo che al film in oggetto non venga concessa la nazionalità italiana, con quanto ne consegue in tema di benefici di legge. Riteniamo, inoltre, necessario che le istituzioni in indirizzo provvedano a valutare quanto previsto dalla L. 220 del 2016 in termini di sanzioni da applicare all’azienda di cui all’oggetto.

Parimenti, per quanto previsto dalla Legge Regionale Lazio 13 aprile 2012 n.2, artt. 2 co.1 e co. 2 lett. a), riteniamo necessario che la Direzione e l’Area della Regione Lazio in indirizzo adottino un comportamento sanzionatorio nei confronti di detta società e che si anteponga il soddisfacimento dei pagamenti dei lavoratori

Iscriviti ad Aiarse
Diventa subito un nostro membro
Voglio iscrivermi all'associazione